All’inizio tutto ciò che sanno e tutto ciò che sono lo apprendono dai genitori.

Sicuramente non è un mestiere facile crescere dei bimbi, ma con qualche accorgimento e cambio di comportamento, ci si può risparmiare in futuro diverse notti insonni o fastidiosi mal di testa dovute alle scelte infelici o agli atteggiamenti problematici dei figli cresciuti.

 

Le prime e fondamentali regole per assicurarsi un futuro sereno con loro sono:

    1. Diamo sempre il buon esempio: i bimbi ci osservano e modellano su di noi i loro comportamenti. Teniamo quindi presente che sicuramente ascoltano ciò che diciamo loro su ciò che è giusto fare, ma lo rivalutano con ciò che poi facciamo noi subito dopo. Se il dire ed il fare non combaciano, saranno sempre più turbati ed infastiditi e risulteremo per loro un modello poco chiaro da copiare, lasciandoli in preda a dubbi. Mentre noi passeremo per non attendibili. 
    2. Manteniamo ciò che promettiamo: questo comportamento genera una forte sicurezza nei nostri figli, in quanto imparano da noi a gestire il rischio, a valutare più nel profondo le situazioni che si affrontano, ad esser meno imprecisi e superficiali, a saper valutare e contare anche sugli altri e a mantenere la parola data.
      In questo modo, da una parte migliorano la fiducia verso se stessi e le persone che lo circondano, dall’altra sviluppano un forte senso di coerenza ed un ottimo carattere basato sul “ciò che penso dico, ciò che dico faccio”.
    3. Permettiamogli di rischiare: evitiamo il “no preventivo”, cioè quello del “…ti ho detto no!…” , “… no, no, no poi no!..” oppure “….noooooo…” .
      Aiutiamoli invece a rischiare e sbagliare osservandoli da vicino mentre compiono un errato gesto, dedichiamo loro del tempo per permettergli di comprendere ciò che è successo. Condividiamo la sensazione che hanno provato ed aiutiamoli a ragionare in funzione di un’altra migliore soluzione per affrontare quel problema o situazione.
      Così facendo, possono contare sulle nostre esperienze come guida, possono sviluppare un senso positivo di autocritica e crescere consapevoli che nella vita capita di sbagliare, ma questo non è un problema. Ciò che conta è che imparino che sono circondati da risorse che possono aiutarli a superare quei momenti, che sono in grado di farlo e hanno dimostrato di saperlo fare più volte, già da piccoli.

 

 

Ai genitori quindi spetta un periodo di impegno maggiore all’inizio.

Passeranno periodi in cui alterneranno momenti di conflittualità interna, dovuti al pensiero di ciò che viene più facile fare nell’educare i figli, con momenti in cui si prodigheranno a fare ciò che è più giusto fare. Periodi che attenueranno le sensazioni di pesantezza man mano che diventeranno visibili i primi risultati positivi.

Poi, col tempo, diventerà tutto automatico e semplice.

 

Il premio di tutto ciò è crescere dei figli con una migliore autostima.

 

Con Affetto ,

Il Tuo Life Coach
Roberto

 

“Articolo nato dal confronto con Barbara (Como)”