Lo sblocco emozionale avviene esternando le sensazioni dolorose che si provano.


Capita a tutti di non riuscire a dire quello che realmente si prova, di rimanere con un doloroso nodo alla gola, o allo stomaco, che ostruisce il passaggio dei pensieri.

Sono momenti difficili, ma è notoriamente provato che lo sblocco emozionale avviene esternando le sensazioni dolorose che si provano, col conseguente benessere generale della persona.

Perché è necessario farlo?

Devi sapere che l’autostima cresce con il raggiungimento di un obiettivo prefissato ed è legata all’azione che si è disposti a compiere per raggiungerlo.
Esternare i propri pensieri negativi ed autolimitanti è il primo passo da compiere e così facendo otterrai 3 benefici che rinforzeranno la tua autostima.

 

Primo.

Portare nel mondo reale il pensiero autolimitante: parla ad alta voce di ciò che ti turba con la persona destinataria del messaggio.

Dicendolo con parole tue ed ascoltandolo che si espande nell’aria fino alle tue orecchie, prendi il coraggio di sentire ciò che ti ha sempre turbato. Se sei disposto a sentirlo ed esternarlo significa che inizia a farti meno paura.
Qui nascono i primi benefici inconsci quali la carica iniziale di autostima e l’aumento di maturità come premio per questa prima forma di coraggio.

Sappi che in questa fase non ha importanza il tuo interlocutore, non ha importanza se comprende o no quello che dici. La cosa fondamentale è che si riduca la paura di tenere interiormente un pensiero autolimitante. In questo caso il passo importante è vincere la sfida con te stessi.

 

Secondo.

Il pensiero arriva alle orecchie del tuo interlocutore: in questo caso la gratifica inconscia che provi è legata al fatto che il pensiero ormai esternato arriva ad esser sentito da chi hai pensato ti limitasse. Anche in questo caso, la vittoria che ottieni è legata al coraggio di comunicare il tuo lo stato d’animo che fino ad allora hai ingabbiato dentro te.

Anche in questa fase non importa ciò che dirà o non dirà chi ti sta di fronte; importa solo di essere riusciti a dire qualcosa che non si avrebbe mai pensato di dire. Anche per questa forma di grande coraggio si beneficerà di una seconda gratifica inconscia.

 


Il terzo beneficio, invece, lo ottieni se l’interlocutore comprende immediatamente il tuo discorso.

 

Ma pensaci bene, al fine di vincere sfide future, il terzo punto per ora non è poi così importante.

Le parti importanti sono i primi due steps, poiché quelli stanno alla base del tuo ritrovato coraggio a rispettarti e darti importanza. Modello che utilizzerai in futuro dopo che avrai liberato il coraggio di farlo la prima volta.

Ciò significa che se fatti i primi due, il terzo evento potrai farlo accadere quando vorrai tu,  perché, quando hai ritrovato in te il coraggio di non aver più paura dei tuoi pensieri, riprenderai a parlarne fino a quando sarà necessario a far cambiare ciò che ha limitato così tanto la tua felicità.

 

Con Affetto,

il Tuo Life Coach
Roberto

 

 

‘’argomento nato dal dialogo con Martina (Milano) ‘’