Dire che ti è capitato di trovarti in una situazione di incapacità di effettuare una scelta tra due opzioni è superfluo.
Quell’immobilismo rabbioso di non poter andare in nessuna delle due direzioni, se non sceglierne una e rinunciare all’altra, con tutte le conseguenze negative del caso, lo hai provato più volte, forse troppe.
Ricordare che alla fine non sei così libero come hai sempre pensato ti fa male. È meglio dimenticare tutto dopo aver superato questo empasse, è meglio continuare a vivere facendo finta di niente, ma poi quella sensazione ritorna.

Questo fenomeno è chiamato “ambivalenza” e sottopone a forte stress la nostra mente.
Potesse essere eliminato sarebbe una bella cosa. Impossibile? Per niente!
Ecco qual è il vero potere di Facebook ed Instagram: hanno cancellato l’ambivalenza più deleteria e odiata dall’essere umano; libertà contro sicurezza.
Una esattamente il contrario dell’altra.

Pensa con me.
Se cerchi troppa sicurezza nella vita puoi vivere più sereno, più certo che tutto sia sotto controllo, cosciente che difficilmente incontrerai brutte sorprese durante il tuo percorso. Ma per far ciò, bisogna sottostare a molte regole stringenti, molti controlli o divieti.
Come in aeroporto, come le telecamere in città o i tutor in autostrada, come la tracciabilità digitale. Sicuri, sì, ma gestibili.

Se cerchi invece troppa libertà, puoi vivere a piacer tuo, senza sottostare a regole vincolanti, in balia del momento e dei tuoi desideri. Puoi fare tutto e dire tutto, sia alle cose che alle persone con cui entri in contatto. Solo che le scelte che fai tu, ti vanno più che bene, quelle che fanno gli altri verso di te, meno.
Anche la libertà ha i suoi lati negativi.
Quindi che fare? Come capire quale è il giusto equilibrio tra le due scelte?

Ed ecco che in aiuto ci sono arrivati i Social, i quali in un solo istante hanno dato l’impossibile soluzione all’ambivalenza. Libero e sicuro allo stesso tempo e la tua mente si è persa in essi e ne reclama il nutrimento giornaliero.

Con i Social sei più sicuro, protetto e libero allo stesso tempo. Dietro ad un display, seduto su un divano o su una sedia, puoi controllare gli altri senza che loro controllino te. Entri “on line” quando vuoi, ti avvicini a chi ti piace, puoi dire ciò che ti piace, con estrema semplicità e naturalezza. E con altrettanta semplicità e naturalezza ne esci quando sei stufo, o soddisfatto, ritornando nella tua privacy, nel tuo mondo e nelle tue sicurezze.
Spiegazioni agli altri 0, soddisfazioni personali tante.

Sapendo che le ambivalenze sono un blocco per la nostra mente, puoi solo ringraziare i Social che ti hanno fatto capire che volendo, grazie all’ingegno umano, molte problematiche possono essere eliminate. Augurati e auguriamoci solo che i motivi che spingono queste società a migliorare la tua vita siano di utilità sociale.
Perché se fosse il contrario, non è facile liberarsi facilmente da chi nutre la nostra mente.

 

Con Affetto,
Il Tuo Life Coach

Roberto

 

Argomento trattato con Riccardo (Roma)