Prepararsi al meglio che la vita offre e poterlo vivere fino in fondo, richiede una preparazione anticipata.

 

Marzia è una incantevole donna di 42 anni, delusa dagli affetti e dalla realizzazione lavorativa personale. Fa acquisti in luoghi più economici, acquistando articoli a basso costo, evitando di osservare quelli un po’ più costosi.
Questo atteggiamento non la rende felice.

Cinzia è anche lei una donna bella e simpatica, un po’ trascurata nel vestire e nella cura dei capelli. Sta passando un momento di difficoltà economica, ha tagliato le spese per l’abbigliamento e per la parrucchiera.
Questo atteggiamento non la rende felice.

Marco è un brav’uomo di 35 anni, è innamorato della donna con cui sta, la vorrebbe sposare, ma non subito, perché ha un lavoro precario. Lei insiste di progettare almeno il futuro insieme, lui non se la sente.
Questo atteggiamento non lo rende felice.

Tre persone diverse, un atteggiamento simile: quello del rifiuto a desiderare e prepararsi in anticipo a vivere il desiderio.


Questo comportamento di negazione ha 3 effetti devastanti: uno per la mente, uno per le relazioni con sé stesso e con gli altri.

Primo, ci si abitua al proprio circolo vizioso, autoreferenziale, dell’impossibilità al miglioramento. Così facendo si rischia di rimanere per sempre in quello stile di vita, poiché si perde la motivazione a migliorarsi.

Secondo, si spengono man mano i propri sogni, che insieme ai nostri valori sono le bussole che ci conducono verso “chi vorremmo essere”.

Terzo, si pensa a sé stessi come ad una nullità, facendo paragoni con gli altri, riducendo le interazioni con gli altri, facendoci sentire sempre più soli.

 

Cosa fare?
Bisogna mantenere in allenamento i desideri o le necessità che si ritengono fondamentali per l’equilibrio psicofisico, continuare ad osservare ed interagire sempre con la parte di vita che pensi ti appartenga.

Farlo significa tenere alta la motivazione al fine di raggiungere la vita desiderata, mantenere un corretto equilibrio con sé stessi e con gli altri, mantenere vivida l’immaginazione per continuare a sognare, restare vigile su opportunità che la vita offre per incominciare a cambiare in meglio.

 

Per cui, per mantenere alta la possibilità di diventare più felice, Marzia deve osservare ed informarsi sempre sugli articoli più costosi. Cinzia deve aver la possibilità di ritrovare la sua femminilità andando dalla parrucchiera, magari meno spesso.  Marco deve trovare il tempo di pianificare il futuro con la sua futura moglie.

 

 

Con Affetto,

Il Tuo Life Coach
Roberto

 

Articolo nato dal dialogo con Marzia, Cinzia e Marco ( Milano)